Seleziona una pagina

Velocizzare sito web: test di velocità

Se velocizzare sito web è il tuo obiettivo allora sei nel posto giusto.

Se hai utilizzato uno dei servizi di test della velocità e hai avuto uno score basso oppure credi che il tuo sito sia troppo lento allora velocizzare il tuo sito web è quello che serve.

Le piattaforme utilizzare maggiormente per testare la velocità dei siti web e avere un’analisi delle perfomance sono 5:

  1. Pingdom
  2. GTmetrix
  3. PageSpeed Google
  4. Website Grader
  5. Geekflare

Se non hai fatto un test su nessuno di questi, prova a farlo adesso e a scaricare l’esito per vedere come, dopo i miei consigli, il tuo sito sarà molto più veloce.

Pronto?

Partiamo….

Consigli per velocizzare il sito

  • Scegli con cura il tuo hosting
  • Utilizza un tema ottimizzato e pulito
  • Mantieni solo plugin essenziali
  • Carica immagini delle giuste dimensioni e ottimizzate per il web
  • Imposta il lazy load delle immagini
  • Sfrutta la potenza di un CDN
  • Previeni l’hotlinking
  • Abilita il keep alive
  • Aggiungi tempo di scadenza alla cache
  • Abilita compressione gZIP
  • Installa un plugin per la cache
  • Occupati del minify
  • Limita utilizzo CPU dei plugin in background

Hosting veloce e sicuro

Avere un buon hosting fa la stragrande differenza in termini di velocità.

Sei sicuro di aver scelto un hosting adatto a te e perfomante?

Tema sito web ottimizzato

Hai scelto un tema ben ottimizzato e veloce per il tuo sito?

Il tema (o template) del tuo sito  è una scelta molto importante perchè deve essere accattivante ma anche veloce e ottimizzato.

Plugin necessari e testati

Sei sicuro che i plugin che hai installato siano tutti estremamente necessari?

Ci sono dei plugin che puoi eliminare o disattivare senza far perdere funzionalità al tuo sito?

Immagini per il web e lazy loading

Hai ottimizzato le tue immagini prima di caricarle su WordPress?

E… stai utilizzando un plugin per il lazy loading?

Anche se hai ottimizzato tutte le tue immagini prima di caricarle sul tuo sito ti consiglio di utilizzare comunque un plugin per vedere se è necessaria un’ulteriore ottimizzazione.

Il plugin EWWW Image Optimizer è una vera bomba per questo: ti permette di ottimizzare le immagini che hai già caricato nel tuo spazio web e si occupa dell’ottimizzazione di quelle che inserirai.

E’ uno dei plugin must to have per il tuo sito anche perchè si occupa anche del lazy loading, il caricamento asincrono delle immagini.

Tutti dovrebbero preoccuparsi del lazy loading, soprattutto e hanno hai pagine lunghe in cui si scorre più volte il dito.

CDN (Cloudfare)

Avere un CDN (Content Delivery Network) permette agli utenti di ricevere una risposta dal server in modo più veloce.

Un CDN permette al tuo hosting di comunicare in anticipo con tanti altri pc nel mondo cosi, quando l’utente chiede un’informazione, riceve risposta dal server più vicino a lui e quindi tutto sarà più veloce.

Impostazioni Cloudfare gratis su Hosting Siteground

Se utilizzi come hosting Siteground come CDN potrai attivare Cloudfare gratis!

Ti basterà entrare nel tuo backend di Siteground e vedrai la relativa voce su “Site Improvement Tools“.

Se fai click su “Cloudfare” vedrai i domini in cui puoi attivarlo e il pulsante “Activate Free“.

Una volta attivato dovremo andare a configurare le impostazioni in “Settings“.

Impostate tutto cosi:

Impostazioni Cloudfare gratis Siteground

Impostazioni Cloudfare gratis Siteground

In Cache Management Options:

  • Cloudfare Caching Level: Aggressive
  • Development Mode: Off

In Security e Availability:

  • Cloudfare Security Settings: Essentially Off
  • Always online: On
  • Email Obfuscation parameters: On

In Speed:

  • Auto Minify: abilitate tutto (Javascript, CSS e HTML)
  • Raligun: On

E, infine, in SSL Support: Flexible.

PS. se utilizzate Siteground, oltre a Cloudfare potrete attivare anche il SuperCacher.

Questa funzionalità è uno strumento che Siteground ha creato per i suoi clienti e serve a velocizzare i siti web che lo utilizzano come hosting.

Trovate Supercacher vicino alla voce Cloudfare in “Site Improvement Tools“.

Previeni l’hotlinking

Ne abbiamo parlato nella guida sulla sicurezza WordPress.

Vi basterà aggiungere questo codice al vostro file “.htaccess” (prima di # BEGIN WordPress):

# Prevenire Hotlinking
RewriteEngine on
RewriteCond %{HTTP_REFERER} !^$
RewriteCond %{HTTP_REFERER} !^http(s)?://(www\.)?yourdomain.com [NC]
RewriteRule \.(jpg|jpeg|png|gif)$ http://dropbox.com/hotlink-placeholder.jpg [NC,R,L]

Mi raccomando: modificate il codice inserendo il vostro dominio al posto di “yourdomain.com”.

Abilita il keep alive

Il keep alive ti permette di ridurre i tempi di downalod delle pagine del tuo sito.

Incolla questo codice nel file .htaccess:

<ifModule mod_headers.c> Header set Connection keep-alive </ifModule>

Attenzione: se hai installato W3 Total Cache potresti già avere la regola impostata.

Cerca “mod_headers.c” nel tuo file .htaccess e, aggiungi eventuali stringhe solo se mancanti.

Scadenza Cache

I file richiesti più frequentemente dovrebbero scadere prima rispetto a quei file richiesti meno frequentemente.

Quindi, ad esempio: i file html, che sono richiesti con più frequenza, potranno avere un termine di scadenza di 1 ora.

Mentre per file come css, js e logo basterà impostare una scadenza di 1 mese.

Aggiungi questo codice nel tuo file .htaccess:

<IfModule mod_expires.c>

  ExpiresActive On
  # Images

  ExpiresByType image/jpeg "access plus 1 year"

  ExpiresByType image/gif "access plus 1 year"

  ExpiresByType image/png "access plus 1 year"

  ExpiresByType image/webp "access plus 1 year"

  ExpiresByType image/svg+xml "access plus 1 year"

  ExpiresByType image/x-icon "access plus 1 year"




  # Video

  ExpiresByType video/mp4 "access plus 1 year"

  ExpiresByType video/mpeg "access plus 1 year"




  # CSS, JavaScript

  ExpiresByType text/css "access plus 1 month"

  ExpiresByType text/javascript "access plus 1 month"

  ExpiresByType application/javascript "access plus 1 month"




  # Others

  ExpiresByType application/pdf "access plus 1 month"

  ExpiresByType application/x-shockwave-flash "access plus 1 month"

</IfModule>

O altrimenti potrai utilizzare plugin come W3 Total Cache, Leverage Browser Caching o WP Rocket.

Abilita compressione gZIP

La compressione gZIP permette di ridurre le dimensioni delle pagine web sui server e, aumentare la velocità di download e quindi la velocità.

Solo se non utilizzi plugin che lo fanno già (come W3 Total Cache) aggiungi queste righe nel file .htaccess:

<IfModule mod_deflate.c>
AddOutputFilterByType DEFLATE text/plain
AddOutputFilterByType DEFLATE text/html
AddOutputFilterByType DEFLATE text/xml
AddOutputFilterByType DEFLATE text/css
AddOutputFilterByType DEFLATE application/xml
AddOutputFilterByType DEFLATE application/xhtml+xml
AddOutputFilterByType DEFLATE application/rss+xml
AddOutputFilterByType DEFLATE application/javascript
AddOutputFilterByType DEFLATE application/x-javascript
</IfModule>

Attenzione: sei hai abilitato W3 Total Cache e inserisci queste righe potresti trovarti davanti l’errore 500 del server perchè hai duplicato regole già presenti!

Plugin per la cache del browser

Hai installato un plugin che si occupa della cache?

In particolare è molto importante la cache del browser.

Ecco alcuni plugin affidabili:

  • W3 Total Cache (guida)
  • WP Rocket (licenza annuale che costa circa 40 € per 1 sito, 100 € per 3 siti e 250 € per siti illimitati)
  • Simple Cache
  • WP Super Cache

Scegli uno qualsiasi di questi e imposta la browser caching per il tuo sito.

Alcuni di questi plugin possono occuparsi anche di altre funzionalità per velocizzare e ottimizzare il tuo sito web su più fronti..

Scegli bene se utilizzarli solo per la cache o anche per le altre funzionalità che offrono.

Minify

Minify significa minimizzare, cioè ridurre le dimensioni dei file html, css e javascript del sito.

Ovviamente un sito che deve caricare solo 2 file css andrà più veloce di un altro che ne deve caricare 20, ti torna?

Questo è perchè, se il browser deve scaricare tante risorse ci mette più tempo.

Con il minify tutte le risorse vengono unite in un’unica risorsa.

Impostando il processo di minimizzazione verranno eliminati spazi e commenti dai codici del nostro sito e quindi, ne ridurremo, il peso.

Per il minify io utilizzo la combo di plugin dello stesso sviluppatore Async e Autoptimize insieme: non ho ancora trovato una soluzione migliore!

Limita utilizzo CPU del server

Nel backend di WordPress Vai su Impostazioni> Discussione:

  • In “Impostazioni predefinite per la pubblicazione” disabilita la voce di mezzo “Permetti i link di notifica da altri blog (pingbacks and trackbacks) per i nuovi articoli”
  • In “Avatr” cerca di utilizzare come “Avatar predefinito” solo “Utente misterioso” o “Vuoto” non gli altri

Se usi Wordfence vai su Firewall> Rate Limiting e usa le seguenti impostazioni:

  • If anyone’s requests exceed 30 per minute
  • If a crawler’s page views exceed 240 per minute

Poi vai su Firewall> Blocking e crea le 2 regole di blocco di seguito su Create a blocking Rula > Block Type: Custom Pattern

  • Hostname: *amazonaws.com e “Block reason: spam”
  • Hostname: *linode.com e anche qui inserisci “Block reason: spam”

 

Se utilizzi YOAST per la SEO vai su SEO> Generale> Funzionalità e disabilita le funzionalità che non utilizzi.(esempio “Menu della barra amministrazione” o “sicurezza nessuna impostazione avanzata per l’autore”)